NOTIZIE IN PRIMO PIANO EMILIA CENTRO

EMILIA CENTRO

Cantine, scatta il bando regionale per accedere agli aiuti: domande entro il 15 novembre

consorzio lambrusco

Cantine, scatta il bando regionale che consente di accedere agli aiuti per le aziende di settore (microimprese, piccole e medie imprese) indirizzati alla costruzione e ristrutturazione di immobili, acquisto di impianti, arredi, software, realizzazione siti internet, nonché spese tecniche (onorari di professionisti e consulenti). La scadenza per la presentazione delle domande di aiuto finanziario (concesso sotto forma di contributi in conto capitale) è fissata alle ore 13.00 del 15 novembre 2020.Possono beneficiare del contributo le imprese che rientrano nella definizione di microimprese, piccole e medie imprese. Sono inoltre, ammesse le imprese classificate come Grandi Imprese, nonché le imprese classificate come Intermedie ai sensi della Raccomandazione 2003/361/CE, le quali devono investire in una struttura di trasformazione e/o commercializzazione ubicate sul territorio regionale.

Sono ammissibili a sostegno le seguenti tipologie di investimenti:

  • Costruzione e ristrutturazione di immobili;
  • Acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature specifiche per l’attività di trasformazione e/o commercializzazione;
  • Arredi ed allestimenti finalizzati alla funzionalità di punti vendita diretta al consumatore finale di prodotti aziendali;
  • Creazione e/o implementazione di siti internet, finalizzati all’e-commerce;
  • Acquisto di software;

Spese tecniche, quali onorari di professionisti e consulenti.

L’aiuto finanziario sarà concesso sotto forma di contributi in conto capitale, la cui entità è fissata:
– 40% per le microimprese, le piccole e medie imprese
– 20% per le imprese qualificabili come Intermedie;
– 19% per le imprese classificabili come Grandi Imprese.

Al fine di garantire condizioni di accesso omogenee i finanziamenti disponibili vengono suddivisi:
– 40 % per i progetti presentati da imprese agricole di base;
– 60% per progetti presentati da imprese agroindustriali.
Gli investimenti proposti dovranno avere una dimensione minima di 40.000 euro e una massima di 1.000.000 euro.
E’ ammessa la presentazione di un unico progetto con riferimento al singolo soggetto richiedente, che può riguardare più stabilimenti siti all’interno delle Regione.

Per accedere alla misura le imprese richiedenti devono:

  • aver presentato le dichiarazioni obbligatorie di cui al Reg. CE n. 436/2009;
  • essere iscritte all’Anagrafe delle Aziende Agricole, con posizione debitamente validata e fascicolo dematerializzato;
  • avere una posizione previdenziale regolare (DURC). Tale requisito sarà verificato in sede di istruttoria di ammissibilità, alla concessione dell’aiuto e al momento dell’istruttoria della domanda di pagamento.

I progetti approvati con durata Annuale dovranno essere realizzati inderogabilmente entro il 15 luglio 2021; e la relativa domanda di pagamento saldo dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 13.00.00 del 15 luglio 2021.

I progetti approvati con durata Biennale dovranno essere realizzati inderogabilmente entro il 28 febbraio 2022; e la relativa domanda di pagamento saldo dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 13.00.00 del 28 febbraio 2022.

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: