Moratoria dei mutui: due possibilità per le aziende agricole

A oggi esistono due possibilità che consentono alle aziende agricole, facendo richiesta alla propria banca, di sospendere il pagamento dei finanziamenti con rimborso rateale (mutui di diverse tipologie).

Il Decreto Cura Italia del 17 marzo 2020, n. 18 prevede la possibilità di richiedere la sospensione del pagamento delle rate dalla data della richiesta fino al 30 settembre 2020, per l’intero importo oppure della sola quota capitale (a scelta del richiedente).

In questo caso il richiedente deve firmare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio (ex. Art.46 e 47 DPR 445/2000) in cui autocertifica “di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19”.

La dichiarazione sostitutiva di atto notorio deve essere veritiera, in quanto una falsa attestazione comporta anche conseguenze penali.

Qualora non si potesse applicare la normativa di cui al Decreto Cura Italia, le aziende agricole possono scegliere di fare ricorso a quanto previsto nell’accordo sottoscritto tra ABI (Associazione Bancaria Italiana) e Associazioni di Categoria, firmata da CIA che non prevede un’autocertificazione.

Questo Accordo prevede la possibilità di richiedere alla propria banca la sospensione del pagamento delle rate di mutuo per la sola quota capitale ma fino a 12 mesi.

Chi avesse necessità di ulteriori informazioni può rivolgersi a:
Filippo Danesef.danese@centroservizimpresa.eu – cell. 335-7722512

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: