COMUNICATI STAMPA

EMILIA ROMAGNA

Contributi per l’utilizzazione dei fondi rustici ai fini venatori: domande entro il 30 settembre

fondi rustici

La Regione Emilia Romagna eroga contributi agli agricoltori proprietari o conduttori, che mettono a disposizione i fondi rustici per l’esercizio venatorio. I terreni devono ricadere all’interno degli Atc, Ambiti territoriali di caccia, come anche le Zrc (Zone di ripopolamento e cattura) e le aree contigue ai parchi nelle quali si pratica l’esercizio venatorio.

L’importo complessivo messo a disposizione è di 100.000 euro e viene erogato in regime di ‘de minimis’.

I beneficiari, oltre ad altri requisiti previsti, devono essere: imprenditori agricoli, iscritti all’anagrafe delle aziende agricole regionale e in regola con i versamenti contributivi.

I contributi, articolati in diversi importi, sono concessi per l’assunzione, per la stagione venatoria 2020-2021, di impegni di mantenimento e/o conservazione ambientale di seguito elencati:

a) recupero e mantenimento di aree aperte in territori vocati alla presenza degli ungulati di alta collina e montagna;

  • tutela degli ambienti idonei alla sosta, al rifugio, all’alimentazione, alla nidificazione della fauna selvatica attraverso la conservazione di siepi, anche alberate, alberi isolati o in filari o in piccoli gruppi in pianura,  maceri e stagni in pianura, laghetti, stagni e punti di abbeverata in collina e montagna.

b) Mantenimento di prati polifiti permanenti in pianura.

c) Mantenimento di bacini di risaia allagati.

Le domande vanno presentate entro il prossimo 30 settembre 2020.

attività venatoria, caccia, contributi, fondi rustici

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: