NOTIZIE IN PRIMO PIANO EMILIA ROMAGNA

EMILIA ROMAGNA

Crisi frutticola e cimice asiatica hanno mobilitato centinaia di agricoltori

Numerose iniziative nelle principali provincie frutticole hanno portato al centro dell’attenzione le criticità del settore primario

Un comune grido d’allarme del mondo agricolo unito per non disperdere il patrimonio frutticolo dell’Emilia Romagna: è quello lanciato dalle principali province frutticole della regione il 18 settembre dove, con modalità diverse, i produttori aderenti a Cia, Confagricoltura, Copagri, assieme a Legacoop e Confcooperative hanno organizzato presidi e pacifiche manifestazioni.

A Modena, Bologna, e Forlì i rappresentanti delle numerose sigle (ad esclusione di Coldiretti) hanno incontrato i Prefetti della Città, a Ravenna l’iniziativa è stata promossa come Tavolo Verde mentre la manifestazione più imponente si è svolta Ferrara dove hanno partecipato centinaia di agricoltori.
In un documento-manifesto sono stati sintetizzati i problemi e le richieste inoltrate alla istituzioni, a partire dalla accelerazione del progetto di diffusione dell’antagonista naturale della cimice, ovvero la vespa samurai, ad un Piano nazionale straordinario che promuova e sostenga gli interventi necessari a difendere le produzioni e lo sviluppo di tutte le azioni possibili affinché si ristabiliscano al più presto le condizioni di equilibrio dell’agroecosistema, con l’auspicio di ottenere in fretta un supporto economico pluriennale per le aziende agricole gravemente danneggiate dall’insetto.
Tra le richieste avanzate al Governo anche l’adozione di un Piano straordinario per l’erogazione di indennizzi. Sul versante europeo le richieste puntano a una maggiorazione della dotazione delle Ocm-Organizzazione comune di mercato, per quanto concerne le politiche europee per la gestione dei mercati, al fine di creare fondi mutualistici per compensare i crescenti danni; al finanziamento di progetti di ricerca dedicati alle strategie di contrasto e di coesistenza con la cimice, in collegamento con le altre esperienze internazionali, soprattutto americane.

Ferrara

Bologna

Ravenna

Modena

Forlì-Cesena

C.I.A. EMILIA ROMAGNA – VIA BIGARI 5/2 – 40128 BOLOGNA BO – TEL. 051 6314311 – FAX 051 6314333
C.F. 80094210376 – PEC: amministrazione.er@cia.legalmail.it

Privacy Policy  –  Note legali

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: